martedì 30 aprile 2013

RESOCONTO E VIDEO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 29/04/2013



Si è svolta ieri 29 aprile, alle ore 11.00, una seduta del Consiglio Comunale che senza le interrogazioni poste dai consiglieri di minoranza sarebbe terminata in tempi record. Da evidenziare allo stesso tempo è l’assenza dei consiglieri di “opposizione” Liberati, Tuccini, Potestio e Pallottini.

I primi due punti all’ODG prevedevano l’approvazione di due P.U.A. (Piano di Utilizzazione Aziendale). Si tratta in sostanza di una procedura amministrativa, messa a disposizione dalla legge regionale 38 del 1999, che dà agli agricoltori la possibilità di ampliare o realizzare fabbricati necessari per lo sviluppo dell’attività agricola, quando le norme urbanistiche non lo consentono. Entrambi i punti sono stati approvati all’unanimità.
Il 4° punto, “Mozioni, interpellanze e interrogazioni”, ha visto protagonista il consigliere Regino Brachetti. Il componente dell’opposizione ha innanzitutto affrontato il tema della videosorveglianza, da noi sollevato la scorsa settimana, chiedendo una risposta scritta su requisiti tecnici e modalità di funzionamento del sistema di vigilanza. Dati fondamentali, questi, per conoscere il valore di mercato dell’apparecchiatura e utili per effettuare eventuali raffronti con il canone mensile che il comune attualmente paga. Tra le innumerevoli domande poste, sarebbe stato importante chiedere se è stato usato il Consip nella procedura di aggiudicazione dell’apparecchiatura poiché nella determina comunale non se ne fa menzione.

Un’altra interrogazione del consigliere di “Patto per Tuscania” ha portato invece all’ormai consueto scontro verbale, abbastanza animato, con il Sindaco Natali. In particolare sono stati richiesti tutti i dati e le modalità di gestione degli appalti dell’anno 2012 e inizio 2013, sollevando il tema della poca trasparenza e chiarezza amministrativa. Si è poi parlato di “Sant’Agostino” e della pericolosità della struttura a seguito di segnalazioni di cittadini che abitano nei pressi del complesso. Il Sindaco ha affermato che i contatti con la Curia non si sono mai interrotti e che a breve verranno stanziati i fondi per attuare il progetto definitivo di messa in sicurezza della struttura.

Per queste ed altre interrogazioni di minor importanza si è più volte fatto riferimento alla data di sabato 4 Maggio, giorno nel quale il primo cittadino cercherà, come dichiarato, di dare risposte alle domande sollevate in consiglio. Ci auspichiamo che tali chiarimenti vengano pubblicati e fatti presenti alla cittadinanza tutta. La pubblicazione, a parer nostro, potrà essere fatta sia dalla giunta che dai consiglieri di opposizione: sarebbe un modo per coinvolgere il cittadino e portare quella trasparenza che oggi va tanto di moda.

Finiti gli interventi del consigliere Brachetti e calmati gli animi, è il momento di un’altra parola di tendenza in quest’ultimo periodo: collaborazione. E’ iniziato dunque un lungo richiamo alla coesione e alla cooperazione tra le varie parti politiche, sia della maggioranza che dell’opposizione. Che dire? Condividiamo in pieno il messaggio che si vuole trasmettere, ma farlo presente dopo 4 anni di muro contro muro ad ormai un anno dalle prossime amministrative in realtà non sembra avere molto senso. Tant’è, come si dice, meglio tardi che mai. Vediamo se alle buone intenzioni seguiranno anche i fatti.

Il consigliere Staccini ha poi sollevato la questione del fallimento della società E.F.W. della Cartiera, con il conseguente problema dello smaltimento del pulper, ed il disagio degli ex dipendenti dell’impianto, che si troveranno senza ammortizzatori sociali. Il Sindaco a tal proposito ha dichiarato che per l’8 Maggio è in programma un tavolo tecnico in Prefettura con tutti i soggetti interessati. Un’occasione in cui verrà fatta chiarezza anche sulla richiesta milionaria di risarcimento danni, aperta nei confronti di Comune e Provincia.


Dulcis in fundo è stata affrontata anche la “famosa” polemica innescata dal PD in riferimento al cambio di intitolazione di Largo della Rocca. Il primo cittadino si è dimostrato molto rammaricato per il fatto che tale questione sia stata sollevata a sole 48 ore antecedenti la cerimonia, quando invece la delibera di Giunta n°45 è datata 14/03/13. Ha, inoltre, rivelato che se i dubbi e le perplessità fossero state fatte presenti molto prima avrebbe potuto cambiare idea o quantomeno rivedere le proprie decisioni, peraltro “non condivise ma avvallate” da parte della giunta stessa.

Di seguito il video della seduta consiliare:


Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è stato inviato con successo!