giovedì 22 maggio 2014

I PARADOSSI DELL'OBIETTIVO COMUNE...

“Una corretta politica economica è l’obiettivo dell’Amministrazione Comunale, che deve innanzitutto puntare al risanamento del Bilancio. Questo può essere raggiunto razionalizzando i costi, riorganizzando la macchina amministrativa, tagliando sprechi e spese inutili, ridurre i contenziosi legali e riorganizzare ed ottimizzare l’impiego del personale. Avviare politiche gestionali così da dare slancio alle attività economiche con l’obiettivo di poter arrivare alla riduzione di alcuni tributi locali.”

La gente non ha la memoria da “pesce rosso” e ricorda benissimo chi ha amministrato in tutti questi anni Tuscania!

-------------------------------------------------------------------------------------------

“L’aumento delle entrate passa attraverso una politica di incentivazione della produzione di energia rinnovabile, sempre nel rispetto e salvaguardia del nostro territorio.”

Quale è la correlazione tra produzione di energia elettrica ed aumento delle entrate?

-------------------------------------------------------------------------------------------

“Un capitolo importante è la cartolarizzazione del patrimonio immobiliare, tutto ciò porterà un ingente introito per le casse Comunali.”

Chi studia bilancio da anni in tutte le sue forme sa bene che la regola numero uno è non vendere mai gli immobili che possiedi, a meno che tu non sia vicino al fallimento
Lo strumento maggiormente usato è la cartolarizzazione del patrimonio immobiliare. "Cartolarizzare" significa mettere in atto un'operazione attraverso la quale un ente cede immobili che intende dismettere a un ente terzo (società veicolo) creato ad hoc per la realizzazione di questa manovra.

Questa operazione genera diversi tipi di problemi:

- è necessario creare una società veicolo con oggetto esclusivo la realizzazione di una o più operazioni di cartolarizzazione;
- l'Ente non entra direttamente nelle dinamiche di vendita degli immobili e spesso non ne può gestire i dettagli finanziari; 
- il costo di gestione è in capo all'Ente, che spesso deve pagare consulenze esose a noti "uomini" di finanza; 
- non c'è certezza nella collocazione degli immobili sul mercato, dunque l'operazione non dona copertura certa agli impegni che l'ente decide di coprire con i futuri introiti;
- in molti enti la cartolarizzazione si traduce in una semplice creazione di "fondo immobiliare" partecipata da banche e fondazioni (questo spesso genera problemi nella gestione del potere). 

Questo strumento porta forti instabilità finanziarie all'interno degli enti che usano uno strumento non risolutivo e non definitivo per tamponare in modo temporaneo le grosse emorragie create dal cattivo utilizzo della "cosa pubblica".

A NOI NON PIACE CHE I NOSTRI BENI E LE NOSTRE PROPRIETÀ VENGANO CEDUTE SE CIÒ NON È NECESSARIO!

-------------------------------------------------------------------------------------------

“Operare il cambio di destinazione d’uso di alcune aree di proprietà dell’Amministrazione Comunale, consentirà la loro alienazione con possibilità di ulteriori elevati introiti.”

Convertire terreni agricoli in edificabili e poi venderli? A chi? E dopo aver venduto tutto cosa ci rimane per coprire le spese? Siamo pieni di case non vendute!

-------------------------------------------------------------------------------------------

"Procedere alla creazione di un Istituto Omnicomprensivo con un’unica presidenza, che abbia la capacità di mantenere e potenziare l’offerta formativa delle scuole tutte, integrando i programmi di studio curriculare con P.O.F. specifici del nostro territorio e delle nostre tradizioni.
Favorire progetti educativi e formativi nelle scuole, organizzando anche attività motorie per i bambini delle scuole primarie."

P.O.F.= Piano offerta formativa
Il POF è il documento che redige la scuola non il Comune! Nel POF è LA SCUOLA CHE DECIDE quali proposte del Comune includere e non viceversa! L’attività motoria VIENE GIÀ svolta dalla primaria!
-------------------------------------------------------------------------------------------

"Rimodulazione e correzione attraverso incontri pubblici e con gli esperti del settore, per migliorare il progetto per la raccolta differenziata già avviato dall'attuale Amministrazione, al fine di poter rendere un servizio più efficiente per i cittadini".

Quale progetto della differenziata? Inoltre le riprese effettuate all'incontro tra candidati sindaci, organizzato da Assotuscania, dimostrano che secondo Lei la raccolta differenziata è inutile e costosa quindi perché viene menzionata qui? E poi tutti questi esperti di immondizia chi li paga?

-------------------------------------------------------------------------------------------

"Occorre rivedere e modificare il concetto di Riserva Naturale.
A questo scopo proporremo alle Istituzioni competenti, la modifica dell’attuale
riserva naturale in PARCO ARCHEOLOGICO con la riduzione del perimetro attuale."

La gente lo sa che il “merito”della realizzazione della Riserva Naturale è suo e di un altro candidato a lei vicino in passato? Inoltre, perché i proprietari terrieri, così come da delibera n.13 del 1998, non furono informati sulle rigide regole vigenti nella Riserva? Visto che parlate anche oggi, come allora, di riduzione del perimetro, come mai non è stato mai attuato (vedi delibera comunale n.66 del 2000)?
Una buon amministratore ammette sempre i propri errori!

-------------------------------------------------------------------------------------------

"Sarà necessario adottare un nuovo PRG in quanto le aree edificabili sono ormai esaurite."

PRG=Piano Regolatore
Premesso che il piano regolatore richiede un notevole dispendio di soldi, chi lo paga? Inoltre visto che abbiamo un nutrito numero di case non vendute, non sarebbe opportuno recuperare ciò che già esiste?
----------------------------------------------------------------------------------------------------------

"Il comprensorio di espansione circostante il quartiere ex Gescal è praticamente diventata una zona dimenticata. Emerge una situazione visibilmente degradata. A nostro avviso sono necessari interventi sulle infrastrutture esistenti, sulle aree destinate a verde e ludico ricreative, occorre migliorare l’intera viabilità e garantire un decoro all'intero comprensorio."

Parliamo forse degli interventi alle fognature che avrebbero dovuto realizzare in concomitanza con la costruzione delle abitazioni di detta area e pagate dai contribuenti perché non terminate?

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è stato inviato con successo!