sabato 31 agosto 2013

ALCUNE CONSIDERAZIONI SULL'ULTIMO CONSIGLIO COMUNALE


E’ stato un Consiglio Comunale tranquillo e senza intoppi quello che si è svolto nella mattinata di lunedì 26 (potete vedere le nostre riprese della seduta qui), nonostante l’argomento principale fosse la Tares e la sua applicazione. Per fare delle nostre valutazioni definitive in merito preferiamo aspettare la pubblicazione degli atti consiliari (regolamento incluso), tuttavia possiamo dire già adesso che una parte degli interventi da noi auspicati sono stati adottati. Infatti sembra che siano state definite agevolazioni del 10% per bar, ristoranti ed altri esercizi commerciali che, producendo molti rifiuti, sarebbero stati i più penalizzati dalla tassa targata “Monti-Pd-Pdl”. Altre riduzioni sono state introdotte per chi realizzerà compostaggio domestico nella misura del 20% sulla componente variabile della tariffa. Al momento non ci risulta, invece, alcuna agevolazione per chi ha disagi economici e/o disabili in casa. Sulla rateazione del 2014 crediamo che si potesse fare molto meglio poiché sembra siano state scelte 3 rate quadrimestrali (Luglio, Settembre, Novembre) anziché le 4 consigliate nel decreto 201/2011. Un maggiore dilazionamento del pagamento del tributo, a parer nostro, avrebbe inciso in maniera minore sulle tasche dei tuscanesi.
L’opposizione è sembrata moderatamente favorevole alle azioni intraprese dalla Giunta appellandosi ai limitati spazi di autonomia del Comune sulla modulazione della Tares. Gli unici appunti sollevati sono stati l’aumento della distanza, da 500 m a 3 km, nella classificazione delle zone non servite dal servizio di raccolta. Questa scelta politica, anche per noi non molto condivisibile, a detta della Giunta varrà ben € 70.000 e permetterà una maggiore distribuzione dei costi verso tutti i contribuenti. Forse, analizzando meglio le entrate e le spese e ottimizzandole si sarebbe potuto agire in maniera differente senza penalizzare chi nella realtà dei fatti non usufruisce di alcun servizio comunale o per lo meno ne usufruisce in maniera molto limitata.
Inoltre, sono stati sollevati importanti casi di illegalità quali gli affitti in nero (riguardanti per lo più il centro storico) e gli abusi edilizi. Queste annose problematiche, aggiunte alle occupazioni abusive delle case popolari ed alla mancanza di senso civico in quei cittadini che deturpano il nostro territorio con atti vandalici e scarico abusivo di rifiuti, vanno affrontate e risolte con efficacia e determinazione. Solo con il rispetto delle regole e il ripristino della legalità a 360° si può incrementare il senso civico dell’intera comunità e si può innalzare il livello qualitativo del nostro paese. Come cittadini aderenti al Movimento 5 Stelle di Tuscania approfondiremo tali tematiche cercando di proporre delle soluzioni all’amministrazione.

Informazioni importanti sono trapelate riguardo la raccolta differenziata che secondo il Sindaco partirà il 1 Gennaio 2014. Dalle dichiarazioni della Giunta sembra che il sistema prescelto sia il porta a porta esteso. Se la scelta verrà confermata (a tal proposito maggiori informazioni ai cittadini sarebbero sempre gradite) ne saremo lieti e ci auspichiamo che la gestione del servizio vada nella direzione più volte segnalata nel nostro blog. Dalla seduta si è appreso che attualmente raggiungiamo dei livelli di differenziata pari al 14%, una percentuale a dir poco imbarazzante e lontanissima dai limiti di legge.  Importante sarà dunque l'azione amministrativa per una completa e virale campagna informativa e sensibilizzatrice, in grado di coinvolgere anche le scuole con l'inizio del nuovo anno scolastico.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è stato inviato con successo!