lunedì 21 maggio 2018

I TUSCANESI ACCOLGONO CON ENTUSIASMO IL CONTRATTO DI GOVERNO



Domenica 20 maggio c’erano italiani che aspettavano di sentire cosa avevano da dire i media sul famoso ed atteso contratto di governo che Movimento 5 Stelle e Lega si apprestano a presentare al Presidente della Repubblica.

Ma c’erano anche tanti, tantissimi italiani che si andavano a confrontare ed informare presso le piazze di migliaia di città e paesi.
Anche a Tuscania il M5S ha organizzato un punto informativo che ha visto una partecipazione di tantissimi cittadini. Il desiderio di avere informazioni non viziate, la voglia di confrontarsi, esprimere propri punti di vista, erano evidenti nelle domande e nelle interessanti osservazioni di molti.
Nel dichiarare la nostra soddisfazione per la risposta che abbiamo avuto, vogliamo ringraziare tutti coloro che con idee, proposte, osservazioni, domande, hanno reso quel “banchetto” una vera e propria Agorà. Come nell’antica Grecia abbiamo restituito anche a Tuscania uno spazio di Democrazia diretta e tutti noi ci siamo sentiti parte di un processo decisionale che viene dal basso: dalla gente.

Un segnale di una rivoluzione culturale che è in atto e che sta ridando al cittadino la sua dignità, permettendogli di riappropriarsi dei diritti fondamentali, per troppo tempo scippati da oscure segreterie di partito.

Da anni il M5S di Tuscania organizza eventi, incontri e banchetti che vogliono rendere sempre più partecipi i cittadini alla vita pubblica del Paese. Ieri abbiamo toccato con mano il crescente interesse che sempre più persone manifestano per le vicende della nostra società. Potremmo dire che il consenso per le nostre iniziative può definirsi in crescita esponenziale, e costituisce un segnale che non può essere sottovalutato da chi invece vorrebbe allontanare la gente dalle decisioni importanti.
Mentre nelle piazze cresce la Democrazia diretta, assistiamo ad anacronistiche ed antidemocratiche prese di posizione degli attori della vecchia politica, sia a livello nazionale, sia locale. Una per tutte: la incomprensibile ed inammissibile decisione di negare le riprese delle sedute dei Consigli Comunali, da parte di chi dice di amministrare Tuscania, ma che in effetti si vergogna di far sapere cosa succede.
Noi del M5S continueremo nella nostra pacifica ma decisa battaglia per la Democrazia, con le nostre armi:  la partecipazione, la trasparenza, la condivisione, il rispetto, l’onestà. 
Lasciamo ad altri, ormai sulla via del tramonto, l’arroganza, la prepotenza, i giochi di potere, l’ignoranza, e la disonestà intellettuale.   

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è stato inviato con successo!