domenica 11 dicembre 2016

LA MESSA IN SICUREZZA DEL TERRITORIO PUÒ ATTENDERE, SECONDO LA GIUNTA BARTOLACCI.


Torniamo ancora una volta ad occuparci dell’improvvisazione e dell’approssimazione di una Giunta che, come abbiamo evidenziato già un paio di settimane fa, ha impedito l’arrivo di importanti somme di denaro per la difesa e lo sviluppo economico del nostro territorio. Perché torniamo sull’argomento? Perché oltre a sottolineare il fatto che non abbiamo avuto ad oggi alcuna risposta dalla maggioranza né sul merito né tantomeno per “giustificare” le ormai evidenti lacune che quotidianamente emergono, dobbiamo rendervi conto di un nuovi importanti particolari, che non lasciano nemmeno spazio ad interpretazioni.

Infatti, grazie al continuo controllo che facciamo come forza di opposizione, siamo venuti a conoscenza, tramite un accesso atti ad hoc, di una comunicazione riguardante i 10 milioni di euro destinati ai Comuni laziali per il rischio idrogeologico. In data 17/10/2016 è giunta al Protocollo, (con destinatario il Sindaco di Tuscania come potete vedere a lato), una missiva, il cui intento era quello di avvisare l’Amministrazione dell’esistenza di tali fondi e della necessità di interventi sul nostro territorio. Come già avevamo specificato, infatti, Tuscania presenta diverse “aree sottoposte a tutela per pericolo di frana e inondazione” e “aree di attenzione per pericolo di frana e inondazione” ad elevata pericolosità e riportate negli elaborati stessi del Piano. Tutto questo viene confermato nella comunicazione inoltrata ad ottobre e alla quale la Giunta Comunale non ha ritenuto opportuno nemmeno dare risposta!

Riteniamo questo ulteriore aspetto assai grave, in quanto ora sappiamo con certezza che l’Amministrazione comunale non poteva non sapere delle criticità del nostro territorio e dell’esistenza di questi fondi. Vi è di  più, perché si è ritenuto opportuno non ascoltare nemmeno i dettagli da chi si era messo a disposizione per “illustrare le modalità di accesso al finanziamento”.

A tal proposito, visto che la maggioranza latita nelle risposte alla cittadinanza, abbiamo presentato un’interrogazione scritta per chiedere spiegazioni del perché di tali comportamenti (puoi leggerla qui), visto che danneggiano enormemente il nostro territorio. La cittadinanza pretende risposte puntuali e nel merito e non pseudo interviste che urlano al complotto, con il fine di attaccare chi fa emergere le mancanze e le approssimazioni di una maggioranza sempre più in difficoltà!


Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è stato inviato con successo!