sabato 7 settembre 2013

GLI ATTIVISTI DEL MOVIMENTO 5 STELLE TUSCANIA RISPONDONO AL SINDACO SUL TEMA ARSENICO

In merito all’entrata in funzione del primo dearsenificatore in località Cerquette ci spiace dover rispondere al comunicato del Sindaco Natali perché, forse preso dalla troppa foga nel replicare, non ha ben letto le nostre considerazioni ed ha fatto un po’ di confusione. Innanzitutto rispediamo al mittente l’accusa rivolta alla nostra portavoce in Regione Silvia Blasi di aver detto cose non vere sulla effettiva situazione dell’impianto: le informazioni pubblicate sul nostro blog provengono direttamente dal RUP che si è occupato della struttura fin dal principio. Se il nostro primo cittadino vuole smentire un’azione svolta dai tecnici regionali il 3 settembre può farlo benissimo, ma lascia il tempo che trova. Oltretutto la nostra comunicazione, da sempre volta ad informare i cittadini senza campanilismi di sorta, poteva essere apprezzata da questa amministrazione poiché rimarcavamo il fatto che il Comune effettuando il pagamento per la richiesta di variazione di potenza elettrica all’Enel aveva ottemperato ai propri compiti, cosa messa in dubbio da precedenti comunicati di altre forze politiche. Le nostre non erano accuse bensì ipotesi in attesa di conferme o smentite. Infatti se il Comune sta ancora aspettando l’aumento di potenza e il conseguente allaccio alla rete elettrica perché non ha preso le dovute misure previste dalla normativa e non ha nel frattempo informato la cittadinanza in merito?


Ci fa piacere invece che il Sindaco faccia riferimento alla risposta data attraverso la sezione “L’amministrazione risponde”: maggiori informazioni erano state richieste proprio da noi tramite una segnalazione inoltrata il 12 luglio scorso (come pubblicato sul nostro blog) ma mai apparsa sul sito istituzionale. Un po’ più di chiarezza si è avuta con la risposta a cui egli si riferisce solo perché chiamato nuovamente in causa da un’altra domanda sulla questione dearsenificatore. Ciò sta ad evidenziare che la divulgazione di notizie inerenti il tema arsenico non sia stata una priorità per questa giunta. Ricordiamo infatti che l’unica conferenza svoltasi a Tuscania, alla quale tutta l’amministrazione fu invitata invano, fu organizzata dal gruppo locale del Movimento 5 Stelle per portare maggiore consapevolezza a tutti quei cittadini che dal primo gennaio 2013 si trovavano con un acqua non più potabile. Inoltre se lamentiamo poca trasparenza nella comunicazione del Comune è perché nei fatti abbiamo avuto la riprova. Lo dimostrano i continui ostacoli postici per effettuare le riprese dei consigli comunali (mancanza di un apposito regolamento, non volontà da parte dell’amministrazione stessa di effettuare le riprese), l’opacità che da mesi facciamo notare riguardo le commissioni consiliari e la carenza di informazione su temi che toccano quotidianamente la cittadinanza come la raccolta differenziata. Facciamo questa battaglia perché crediamo che i cittadini vogliano conoscere la realtà dei fatti, a dimostrarlo sono il numero delle visualizzazioni delle riprese delle sedute consiliari.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è stato inviato con successo!