sabato 24 febbraio 2018

ISTERIA, NERVOSISMO E FAKE NEWS LA RICETTA DI CHI AMMINISTRA TUSCANIA



Che la Giunta Bartolacci fosse in palese difficoltà negli ultimi mesi, viste le indagini e gli “errori” evidenti che hanno contraddistinto questi ormai 4 anni di “amministrazione”, era assai chiaro. Che la difficoltà si trasformasse in puro isterismo e nervosismo non ce lo saremmo aspettato da chi dovrebbe gestire un paese e non certo un torneo di calcetto. Nelle ultime settimane, infatti, abbiamo visto la compagine di maggioranza, prima elevare a guru del proprio pensiero personaggetti ambigui e senza alcuna credibilità politica, poi a diffondere per il paese fake-news con il solo fine di fare quella classica “caciara” che serve a nascondere colpe e colpevoli. Ci riferiamo in particolare al modo in cui si sta tentando di screditare la nostra azione di controllo delle regole e accomunare diverse realtà associative tra loro, per mettere l’una contro l’altra o tutte contro coloro che “creerebbero solo problemi”.
Eh si perché come potete vedere in questo screenshot preso dall’organo ufficiale della Lista “Obiettivo Comune”, le azioni di indagine delle forze dell’ordine e di quelle forze politiche che sono per i valori di legalità e trasparenza, sono viste come la causa che ha portato a far pagare alla Tuscania Volley le utenze.

Chiariamo immediatamente una cosa: la politica del M5S è volta a promuovere lo sport di base, con particolare attenzione alla funzione sociale, educativa e di inclusione. Siamo per il sostegno delle varie realtà associazionistiche (specie di volontariato) e per un percorso di sviluppo del terzo settore. Per quanto riguarda gli impianti sportivi, così come tutto il patrimonio comunale, siamo per delle regole chiare per tutti: bandi pubblici per l'affidamento degli impianti, trasparenza nella gestione, responsabilità diretta del gestore, controllo dell’ente locale ed indirizzo politico per aiutare i soggetti svantaggiati.

Accomunare la pallavolo di Tuscania alla questione sotto indagine è a dir poco fuori luogo e crediamo debba scandalizzare i vari soggetti coinvolti. Il Sindaco Bartolacci dovrebbe sapere che la convenzione in vigore per la Tuscania Volley ha sempre previsto il pagamento delle utenze a carico della società sportiva della Volley. E la società sportiva ha sempre adempiuto ai propri obblighi a quanto ci risulta. Cosa ben diversa rispetto alla finta convenzione pubblicata e totalmente diversa da quella effettivamente firmata e vigente fino all’annullamento in autotutela da parte del Comune. Ma anche in questo caso, il problema non è di una società sportiva che, avendo firmato una convenzione che accollava al Comune le utenze, si è adoperata in tal senso tutelando il proprio operato. Il vero problema e per noi assai più grave è che il Comune di Tuscania non ha per nulla tutelato i propri interessi ed addirittura ha messo in atto 2 differenti convenzioni che hanno generato un danno economico nei confronti di tutti i tuscanesi.

Chi amministra Tuscania commette errori su errori e si lamenta di chi questi errori li fa notare o li evita. La Giunta Bartolacci dovrebbe ringraziare il M5S che grazie alla nostra azione ha bloccato un inequivocabile danno erariale per le casse comunali (sono loro stessi a metterlo nero su bianco). La verità sarà accertata nelle sedi opportune, indipendentemente dai proclami dell’Amministrazione Bartolacci, che in palese difficoltà cerca di raccontare balle e screditare chi da anni con sacrifici controlla la gestione pubblica, con il solo fine di tutelare gli unici proprietari del Comune di Tuscania: i tuscanesi.


Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è stato inviato con successo!