mercoledì 29 luglio 2015

RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE DEL 27 LUGLIO 2015


Si è svolta nella mattinata di lunedi 27 luglio la seduta consiliare riguardante l’approvazione delle aliquote delle varie tasse locali che eccezionalmente è stata disgiunta dall’approvazione del bilancio previsionale 2015 che si terrà invece a fine agosto.

Filo conduttore della seduta consiliare è stata la situazione del bilancio che al momento sembrerebbe non più a rischio commissariamento come precedentemente riferito dalla maggioranza, in quanto è pervenuta una comunicazione ufficiosa da parte del MEF riguardo la rimodulazione dell’imu agricola, notizia riportata in maniera approfondita nei giorni scorsi anche dalla stampa locale.

Ecco un breve resoconto di ciò che è successo nella seduta consiliare con specificazione della nostra posizione assunta in aula:

ALIQUOTE TARI, IMU, TASI E ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF

Tutte le aliquote delle imposte locali sono rimaste inalterate rispetto all’anno scorso. In particolare le aliquote dell’addizionale Irpef e dell’imu sulla seconda casa vengono confermate e ricordiamo sono già al massimo consentito per legge. Il voto del M5S è stato contrario poiché le promesse fatte l’anno scorso di abbassare il livello della tassazione locale sono state tutte disattese. In particolare abbiamo fatto notare, attraverso il nostro portavoce Rossi, scelte politiche non condivise anche riguardo la TARI. Infatti, ad agosto 2014 in sede di approvazione aliquote e bilancio, facemmo una dura battaglia per rimodulare la perimetrazione delle zone servite dalla raccolta rifiuti (che da 2 anni, rammentiamo, è di 3.000 m.) per alleggerire il carico fiscale a quei cittadini che non usufruiscono appieno del servizio di raccolta rifiuti. L’anno scorso la nostra proposta (con annesse coperture economiche, teniamo a sottolinearlo) fu bocciata con la promessa da parte dell’Assessore al bilancio di abbassare la distanza nel 2015. Anche questa promessa è stata puntualmente disattesa.
Inoltre abbiamo criticato la rimodulazione delle tariffe delle utenze “non domestiche” che penalizzeranno  i banchi di mercato di generi alimentari  (+1,33 e +2,67 per le utenze giornaliere) mentre sgraveranno il carico fiscale su banche e supermercati (-0,30 e -1,009).

INTERROGAZIONI, INTERPELLANZE E MOZIONI

Abbiamo evidenziato il ritardo nelle risposte ad alcune nostre interrogazioni scritte, mancata risposta che ci ha visto costretti a presentare il nostro primo esposto al Prefetto di Viterbo. Abbiamo inoltre posto una nuova interrogazione verbale sempre sul discorso della mancata osservanza della normativa che pone a carico del Comune l’effettuazione delle analisi sulle acque delle casette distributrici. Da una nostra richiesta di accesso atti infatti abbiamo scoperto che per molti mesi non è stato effettuato alcun controllo sull’acqua erogata in Piazza dei Bersaglieri. Informeremo la cittadinanza con maggior dovizia nei prossimi giorni.

PROBLEMATICA ANTENNE

Abbiamo sollecitato l’intero Consiglio Comunale a non perdere tempo riguardo la problematica dell’elettrosmog che ha visto nell’installazione del ripetitore per cellulari in via Tarquinia l’evento più recente. È infatti passato più di un mese da quando la proposta di regolamento antenne targata M5S è stata presentata ufficialmente, ma, ad oggi, nessun’ azione concreta è emersa in Consiglio.

Inoltre dalle nostre verifiche sta emergendo il fatto che la compagnia telefonica quasi sicuramente è in regola con tutte le varie autorizzazioni e che probabilmente c’è stato da parte del Comune ciò che più temevamo: il silenzio assenso. Il mancato diniego da parte del Comune avrebbe autorizzato la compagnia ad installare l’impianto.

Di seguito le riprese video della seduta:


Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è stato inviato con successo!