martedì 18 dicembre 2012

LAZIO: AMMESSO IL REFERENDUM PROPOSITIVO SULLA TUTELA, SUL GOVERNO E SULLA GESTIONE PUBBLICA DELLE ACQUE


Siamo lieti di comunicare che la battaglia per l’acqua pubblica nel Lazio continua spedita verso la meta tanto auspicata. Infatti, grazie all’adesione di numerosi comuni e alle firme raccolte nei tantissimi banchetti dislocati in tutta la Regione, la Corte di Appello di Roma ha ammesso il referendum propositivo di legge regionale “Tutela, governo e gestione pubblica delle acque”.
Siamo felici che questa iniziativa abbia avuto successo nonostante sia stata ignorata dalla stragrande maggioranza dei partiti politici. Anche in questa battaglia noi del Movimento 5 Stelle di Tuscania insieme a tutto il Coordinamento della Tuscia, siamo stati in prima linea perché l’acqua è di tutti e come tale deve rimanere pubblica!


Di seguito il comunicato stampa:

“L’ufficio centrale regionale per il referendum della Corte di Appello di Roma, esaminata la documentazione presentata dal Comitato promotore, ha ammesso il referendum propositivo di legge regionale “Tutela, governo e gestione pubblica delle acque”.
La proposta, sottoscritta ed approvata a maggioranza qualificata, da circa 40 amministrazioni locali e sostenuta da migliaia di firme raccolte da associazioni e comitati, recepisce a livello regionale il risultato referendario del giugno 2011, nel quale i cittadini di tutta Italia hanno espresso chiaramente la volontà di una gestione del servizio idrico che sia pubblica e libera dalle logiche di mercato.
L’ordinanza è stata comunicata, oltre che ai promotori, al Presidente del Consiglio Regionale e al Presidente della Giunta Regionale della Regione Lazio. Acqua, rifiuti, la gestione dei servizi pubblici, i beni comuni entrano in maniera chiara e limpida nella prossima campagna elettorale.
La prossima maggioranza dunque non potrà ignorare la volontà popolare: la proposta di legge sarà infatti sottoposta a referendum regionale nel caso in cui il Consiglio Regionale non affronti l’argomento nei 12 mesi successivi al suo insediamento”.

Guarda il video della consegna delle firme a Settembre 2012

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è stato inviato con successo!