sabato 13 settembre 2014

REPORT COMMISSIONE CONSILIARE SULL'EOLICO



Si è tenuta questa mattina (13/09/2014 ndr), corredata da una buona affluenza di pubblico, la commissione consiliare ambiente riguardante il mega progetto di parco eolico che prevede l'installazione di 18 pale eoliche (con altezze che superano i 180 m) tra Tuscania e Tarquinia.

E’ stata confermata la ferma contrarietà da parte della maggioranza a tale progetto “per evitare che su territori di interesse paesaggistico come Montebello e Poggiomartino, possano essere collocati impianti dal forte impatto ambientale”.
Inoltre l’Ufficio Tecnico Comunale ha predisposto una bozza di delibera (partendo dalla delibera quadro di un paio di anni fa elaborata da AssoTuscania) che, lunedi 15 settembre, verrà inviata a tutti i componenti della commissione e pubblicata sul sito istituzionale del Comune per la presa di visione degli interessati al fine di emendare e migliorare quanto fatto.

Durante la seduta abbiamo fatto notare alcune “anomalie” e vizi di forma all’amministrazione e agli uffici competenti che si attiveranno per chiedere maggiori delucidazioni. In particolare:

- Abbiamo cercato nel sito ufficiale della Regione Lazio i documenti pubblici relativi al progetto – Realizzazione impianto eolico potenza pari a 144 MWp in loc. Lestre della Roccacia-Pianaccio di Montebello - senza risultati positivi. Ciononostante la normativa nazionale preveda l’obbligatorietà dell’informazione e divulgazione di tali mega impianti.

- Il progetto in esame dal 2011 ha avuto diverse mutazioni a causa dei pareri negativi delle varie sovrintendenze, passando dalle 37 pale alle attuali 17. Tutto questo senza mutare però la potenza complessiva del parco eolico sempre quantificato in 144 MW. Il che significa (facendo un veloce calcolo matematico) che ogni pala eolica, per soddisfare tali cifre, dovrebbe avere una potenza nominale di ben 8,47 MW. Da nostre ricerche, non ci risultano esistenti strumentazioni di tali potenze (Fonte:http://www.ecoblog.it/post/125737/la-turbina-eolica-piu-potente-del-mondo-e-operativa-in-danimarca).

In attesa della pubblicazione della bozza di delibera, invitiamo la cittadinanza a seguire come oggi la vicenda e a dare suggerimenti e consigli volti a tutelare al meglio il nostro paesaggio legato al turismo e all’agricoltura.

Nessun commento:

Posta un commento

Il tuo commento è stato inviato con successo!